fbpx

Amleto Docet!

Alessia Tuzio |Copywriter & Social Media Manager| Freelance Digital Marketing

Oggi parliamo di indecisione. O meglio, della difficoltà di fare una scelta.

Al mondo ci sono molti più impulsivi che indecisi, ma qualora voi foste tra gli indecisi o conosceste delle persone che vivono questo dramma…beh, ecco delle nozioni che possono esservi d’aiuto.

Definizione

L’indeciso è l’esempio classico di rinunciatario: non arriva a una decisione per paura di sbagliare, di conoscere la verità, di soffrire, ecc.

Un indeciso, per fare un esempio materiale, al cinema, non sa mai quale film vedere. Continua a dirsi: forse si perchè, ma no, forse no. Conclusione? Rimane bloccato, senza decidere nulla, e finisce al Mc Donald’s a distruggersi il fegato.

La persona eternamente indecisa, però, muore nell’inazione.

Questo avviene perchè la mente umana, nel momento in cui affronta una scelta, di qualsiasi tipo di scelta si tratti, è stracolma di pensieri contraddittori, conflittuali, che le impediscono di avere una visione ben chiara della realtà. In tali casi, è inutile chiedere consigli a qualcuno perché questo condurrebbe ad un maggior stato confusionale.

Potrebbe anche succedere che l’indeciso posponga la decisione di giorni, settimane, anni, trascinandosi dietro l’indecisione con tutti i suoi processi mentali, sperando poi che sia il caso a scegliere per lui.

Da dove nasce l’indecisione?

L’indecisione, spesso, deriva da conflitti tra i motivi inconsci e i motivi consci; dalla paura di sbagliare, di commettere errori e di soffrire. O ancora, potrebbe esserci una riluttanza ad assumersi delle responsabilità, che è spesso dovuta al rammarico per gli errori commessi in passato.

Cosa fare?

Quando il conflitto tra più alternative diventa molto intenso, è giustificata anche una decisione del tipo “testa-o-croce”. Perchè decidere il più delle volte significa scegliere.

Ma scegliere significa preferire; e preferire un’idea, una cosa, un comportamento, così come una via, richiede che vengano necessariamente scartate tutte le altre possibili.

L’abilità di scegliere tra varie alternative, e la saggezza che porta a prendere le giuste decisioni che vanno bene per la propria vita, possono essere sviluppate attraverso un allenamento costante che comprende appositi esercizi.

Intano, si potrebbe iniziare col focalizzarsi su cosa si preferisce (dalle cose più insignificanti fino alle più importanti).

Poco fa si accennava al fatto che al momento in cui si manifesta l’indecisione, la nostra mente è gremita di informazioni. Ecco! Un’altra cosa utile da fare è imparare a creare il silenzio dentro se stessi.

Gli indecisi devono rendersi consapevoli che decidere è comunque inevitabile, perchè anche il non decidere è di per se prendere una decisione, forse la peggiore fra tutte.

Gli indecisi dovrebbero imparare a mettersi in gioco e a sviluppare il coraggio di rischiare, anche commettendo degli errori.

Per concludere

Dobbiamo avere il coraggio e la volontà di gettarci arditamente e gioiosamente nell’avventura che il futuro ci riserva.

Questo è il mio augurio: trovate pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.